logo Movimondo
  • Settore di intervento:
  • Località:
  • Finanziamento:
  • dal

Movimondo a Jaffna

Oltre che nei Distretti di Matara e Ampara, Movimondo ha realizzato un progetto di ricostruzione a Jaffna, nell’estrema punta settentrionale del Paese, territorio in cui, oltre ai problemi comuni alle aree investite dall’onda anomala, si sono dovute affrontare criticità legate ai collegamenti difficoltosi e al peggioramento della situazione politica.

Nel nord, da sempre roccaforte del movimento indipendentista tamil Ltte, è stato possibile intervenire con relativa facilità solo nei primi mesi del 2005, quando Movimondo ha avviato il progetto.

Successivamente, con il deteriorarsi delle condizioni stabilite nel cessate il fuoco firmato dal Governo di Colombo e dal Ltte nel 2002, è diventato sempre più difficile anche soltanto accedere a Jaffna.

Per questi motivi l’Ong si è trovata più volte a dover rimodulare il progetto originario degli interventi, decidendo infine di concentrare la propria azione sulla realizzazione ex novo di abitazioni e su attività legate al miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie del sito ove è stato possibile costruire, a Nagathampiram.

In questa località Movimondo ha costruito e assegnato 36 case, dotate di allacciamento alla rete elettrica, ad altrettante famiglie – complessivamente 158 persone – precedentemente ospitate in un centro di accoglienza temporaneo.

Oltre alle abitazioni, l’Ong ha realizzato la strada di accesso al nuovo insediamento, nonché 27 pozzi per la fornitura di acqua potabile. Movimondo è riuscita a consegnare ai beneficiari le nuove abitazioni nel febbraio 2006, appena prima che il nord diventasse zona di esclusiva competenza delle Autorità militari di Colombo.
  • 36 case costruite
  • 27 pozzi riabilitati
  • Realizzazione allacciamento elettrico
  • Realizzazione strada accesso