logo DPC
  • Settore di intervento:
  • Località:
  • Finanziamento:
  • dal

Attività comuni ai programmi

È l’unico “progetto non progetto” dell’intero programma. Pensato come una voce “varie ed eventuali”, indispensabile in qualunque serio budget preventivo di spesa, è stato utilizzato come contenitore di voci non previste negli altri progetti, ma funzionali al loro completamento.


L’importo definitivo delle spese in esso registrate è riconducibile a poche iniziative. La più importante riguarda un investimento aggiuntivo in attrezzature elettromedicali e in materiali di consumo (reagenti e altro materiale da laboratorio) per la Banca del Sangue dell’ospedale di Matara, attuato dopo la consegna dell'edificio costruito dal Dipartimento, quando il relativo progetto era già stato chiuso anche dal punto di vista contabile.
Per la stessa ragione (chiusura dei progetti originari) sono state imputate a questo progetto alcune forniture di materiale informatico sia hardware che software destinate alle prime scuole costruite e consegnate dal Dipartimento.

La stessa spesa è stata affrontata anche per le scuole terminate nel 2007, ma si è operato con tempi sufficienti a farla rientrare nel consuntivo di ogni intervento.


Le ultime due voci registrate nel progetto riguardano l’assistenza legale richiesta in Sri Lanka, utilizzata ampiamente nella fase di chiusura dei contratti e nelle operazioni di modifica dei medesimi, quando, soprattutto per le vicende legate al conflitto civile in corso nell’area orientale del Paese, è stato più volte necessario modificare date di consegna e scadenze, verificando l’esistenza delle condizioni per l’imputazione e la richiesta delle penali previste dal contratto. È grazie all’assistenza di legali cingalesi che, in un caso, si è deciso di ricorrere al Tribunale per chiudere senza danni i rapporti con una impresa inadempiente, riuscendo a vincere la causa.


L’ultima voce del progetto riguarda le spese sostenute per quella parte della documentazione fotografica, video e giornalistica realizzata in Sri Lanka, ed utilizzata in diverse occasioni per informare la popolazione locale, oltre che per la fabbricazione nell’isola di targhe, cartelli e altri strumenti di identificazione dei progetti e delle realizzazioni, apposti sulle opere consegnate ai beneficiari dei diversi interventi.

IMG_5704(1).jpgIMG_5710(1).jpg