logo AISPO
  • Settore di intervento:
  • Località:
  • Finanziamento:
  • dal

L’Aispo a Kinniya

Kinniya, località costiera affacciata sulla baia di Trincomalee devastata dal maremoto, è diventata per mesi uno dei centri nevralgici della presenza della Protezione Civile italiana in Sri Lanka.

Nei primissimi giorni dopo la catastrofe una squadra del Dipartimento ha allestito proprio a Kinniya un Posto medico avanzato per assicurare assistenza sanitaria d’emergenza ai superstiti. Fin dall’inizio del programma di interventi, si è deciso di ricostruire l’ospedale della cittadina, facendo funzionare, per il tempo necessario alla conclusione del cantiere della nuova struttura, un ospedale da campo. Alle prime tende del Posto medico avanzato si sono aggiunte, nei mesi successivi, altre strutture, per aumentare la funzionalità del centro sanitario e far fronte ai bisogni della popolazione.

Quando l’ospedale da campo è stato completato, la gestione della struttura è stata affidata all’Aispo, Ong collegata all’ospedale San Raffaele di Milano, con una lunga esperienza di gestione di presidi medico-sanitari in tanti Paesi del mondo.

L’Aispo ha iniziato a prestare servizio a Kinniya nel luglio del 2005, con il compito di gestire l’ospedale da campo, fornire il personale medico, assicurare la disponibilità di farmaci e materiali di consumo, formare gli operatori sanitari locali.

L’ospedale da campo è stato potenziato e riorganizzato in collaborazione con le Autorità locali, che hanno promosso la struttura italiana sorta sotto le tende a ospedale divisionale e a centro di formazione e assistenza al personale locale per tutta la regione.

Quando finalmente, dopo i ritardi causati dal conflitto, nel marzo 2007 è stato completato il nuovo complesso ospedaliero costruito ex novo dal Dipartimento, è stata l’Aispo a curare il passaggio dalla struttura provvisoria a quella definitiva, dove sono state trasferite le attività di cura e tutte le attrezzature sanitarie.

La direzione sanitaria del nuovo ospedale è già assicurata da personale locale, ma l’attività dell’Aispo continua, su richiesta dei responsabili della sanità del Distretto di Trincomalee. Il personale italiano ha allargato la propria sfera di attività: anche l’ospedale di Muthur vede all’opera l’équipe dell’Aispo, che svolge, insieme ad una serie di iniziative di formazione per tutto il personale medico e paramedico, un compito delicato di assistenza alle Autorità locali per migliorare il livello organizzativo delle strutture esistenti e l’efficienza dell’intera rete sanitaria della regione.
  • Ospedale da campo e strutture sanitarie adeguatamente riforniti di tutti i materiali e i farmaci
  • Ospedale da Campo dotato di buona funzionalità e buona manutenzione dal punto di vista strutturale.
  • Carico di lavoro dell’ospedale alleggerito e meglio rispondente alle funzioni previste dal suo livello di riferimento distrettuale
  • Personale locale maggiormente integrato e professionalizzato in modo da poter assumere la progressiva delega della gestione dei servizi clinici
  • Nuovo ospedale di Kinniya avviato e funzionante
  • Ospedale di Muthur funzionante
  • Personale locale aggiornato professionalmente

IMG_0425.jpgIMG_0433.jpgIMG_0452.jpgIMG_0480.jpgIMG_0483.jpgIMG_0980.jpgIMG_5650.jpgIMG_5671.jpgIMG_5681.jpgIMG_5691.jpgIMG_5710.jpgIMG_5712.jpgIMG_5723.jpg