Economie Economie 

Presentazione

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

L'ultimo tra i progetti finali vede come protagonista lo stesso Dipartimento, al quale il Governo di Colombo ha richiesto assistenza per organizzare e far funzionare la Protezione Civile di Sri Lanka. Il Dipartimento ha sottoposto a verifica sia le donazioni tecnologiche ricevute da quest'ultima subito dopo lo tsunami, sia le linee del piano di Protezione Civile donato al Governo da una Agenzia delle Nazioni Unite, per poi proporre un progetto che prende in considerazione due linee di intervento. In primo luogo si prevede di fornire e mettere in opera alcune dotazioni tecnologiche che consentano al sistema di Protezione Civile di Sri Lanka di funzionare in maniera efficace, mettendo in rete sistemi e strumentazioni in alcuni casi già esistenti ma che non dialogano fra di loro, e colmando le carenze di dotazioni che i donatori ad oggi non hanno soddisfatto, sia per la parte informatica che nel campo delle telecomunicazioni. L'obiettivo è quello di rendere possibile un efficace monitoraggio del territorio, disponendo in tempo utile delle informazioni necessarie a decidere gli interventi sia di prevenzione che di soccorso, e di costruire un sistema di comunicazioni in grado di funzionare anche in situazioni di emergenza. Circa il 75% dell'investimento previsto servirà a questi scopi. La somma restante sarà spesa in attività di organizzazione del sistema, in attività di formazione degli operatori sia al centro che nei diversi Distretti dell'isola e nella realizzazione di esercitazioni sul campo, simulando le tipologie di emergenza che si presentano con maggiore frequenza nel Paese, legate soprattutto al rischio idrogeologico.

DOCUMENTI: